Appaxximento

Expertise Storia Tecnica

In Masi, utilizziamo da generazioni la tecnica dell'Appassimento delle uve, conosciuta nelle Venezie sin dai tempi degli antichi Romani. I nostri tecnici l'hanno innovata avvalendosi della ricerca scientifica e delle nuove tecnologie per produrre "vini moderni dal cuore antico", in particolare i nostri Amaroni.

Oggi siamo orgogliosi che questa nostra specializzazione sia riconosciuta in tutto il mondo e sia riconoscibile sulle bottiglie attraverso il marchio Masi Expertise®, che certifica l’abilità di Masi nell’esaltare sapori e gusti del vino, ottenuto da uve anche leggermente appassite.

Numerose testimonianze storiche, archeologiche e letterarie ci dimostrano che nelle colline veronesi gli antichi Romani ponevano ad appassire le uve su graticci di bambù nei freddi mesi invernali, e poi ne producevano un dolce nettare, molto concentrato, cantato dagli autori classici con il nome di Reticum, divenuto poi Acinaticum in epoca Medievale.

La tradizione è stata tramandata nel tempo e nella seconda parte del secolo scorso la versione dolce di questo vino - il Recioto - è stata superata dalla versione secca, frutto di un più lungo processo di fermentazione che trasforma tutti gli zuccheri in alcool. È nato così il Recioto Amarone, recentemente riconosciuto Amarone della Valpolicella.

Negli ultimi cinquant'anni il Gruppo Tecnico Masi ha impiegato il metodo dell'Appassimento in maniera innovativa per creare l'Amarone moderno; produce altri vini emblematici con uve anche leggermente appassite, identificandoli con il simbolo dell'expertise di Masi.
È a Verona che Masi, attraverso una lunga tradizione produttiva, ha acquisito le basi tecniche dell'Appassimento, che caratterizzano l'Amarone. In seguito i suoi tecnici hanno reinterpretato questo metodo in modo originale applicandolo anche a differenti varietà di uve e fuori dall'area originaria.

L'artigianale metodo consiste nella selezione e raccolta al giusto punto di maturazione dei grappoli più adatti che vengono deposti, da mani esperte, su graticci di bambù (arele) o altri supporti naturali e lasciati riposare nei freddi mesi invernali. Durante questo periodo le uve subiscono due fenomeni fondamentali: perdono circa il 30-40% del loro peso originario concentrando zuccheri, aromi e polifenoli; ed evolvono i caratteri aromatici sviluppando complessità e in certi casi, per le uve attaccabili da botrytis cinerea o muffa nobile, glicerine superiori alla media. Seguono una soffice pigiatura e una lenta e lunga fermentazione alla bassa temperatura naturale dei freddi mesi invernali.

Il vino che ne deriva è maestoso, alcolico e strutturato, complesso e concentrato, ma al tempo stesso morbido, vellutato e di buona bevibilità. L’emblematico vino prodotto da questa tecnica è l’Amarone.

Se alcuni vini si avvantaggiano al 100% di questa tecnica, in altri sono esaltati sapori e gusti attraverso la fermentazione di uve anche leggermente appassite.

Tutti i vini sono contraddistinti dal simbolo Masi Expertise®.
Cerca il marchio Masi Expertise® sulle nostre bottiglie
Fruttaio presso Serego Alighieri