Appaxximento

Fruttai

In Masi l'Appassimento delle uve si svolge nel moderno fruttaio di Gargagnago e in altri fruttai tradizionali situati nei vigneti di collina, da qui nascono i nostri cinque Amaroni: Campolongo di Torbe, Mazzano, Costasera, Riserva di Costasera, Vaio Armaron; e i tre Recioti: Mezzanella, Angelorum e Casal dei Ronchi.

Le tradizionali uve della Valpolicella, Corvina, Rondinella e Molinara, vengono poste ad appassire nei freddi mesi invernali. Tra i vari sistemi comunemente utilizzati come casse, plateaux, tavole in legno, Masi preferisce le tradizionali arele di canne di bambù, che consentono un facile controllo delle uve e permettono il massimo passaggio dell'aria tra i grappoli.

Mentre nei fruttai di alta collina l'appassimento è favorito dall'assenza di umidità stagnante e dalla buona ventilazione naturale, con apertura e chiusura delle finestre da parte dei viticoltori, il fruttaio di Gargagnago è stato scelto per attivare il sistema di appassimento naturale controllato.

Chiamato NASA, Natural Appassimento Super Assisted, e progettato dal Gruppo Tecnico Masi negli anni '90, consente di controllare i parametri di temperatura, umidità relativa, ventilazione e perdita di peso, mantenendo all'interno del fruttaio le condizioni ideali per l'appassimento, definite in base ai dati statistici medi rilevati nel corso di tre delle migliori annate per l'Amarone (1995-1990-1988) e di un'annata media (1991).

Questa tecnologia entra in funzione quando le condizioni climatiche esterne non favoriscano o possano danneggiare il corretto appassimento delle uve, soprattutto in stagioni particolarmente piovose e nebbiose.
APPAXXIMENTO® delle Uve - Image gallery
Fruttaio presso Serego Alighieri